sabato 31 marzo 2018

La Morte - Fabrizio De Andrè

Prelati, notabili e conti
sull'uscio piangeste ben forte
chi bene condusse sua vita
male sopporterà sua morte.

Straccioni che senza vergogna
portaste il cilicio o la gogna
partirvene non fu fatica
perché la morte vi fu amica.

Guerriero che in punto di lancia
dal suol d'Oriente alla Francia
di stragi menasti gran vanto
e fra i nemici il lutto e il pianto

di fronte all'estrema nemica
non vale coraggio o fatica
non serve colpirla nel cuore
perché la morte mai non muore
non serve colpirla nel cuore
perché la morte mai non muor

Nessun commento:

Posta un commento